Mercoledì 18 Settembre 2019

Ovada

Così un Lomellini ritroverà Tabarca

Un ovadese è tra i principali promotori della traversata storica che il 5 luglio rievocherà l'epopea tra Pegli e la Tunisia

ottonello lomellini

A destra Ottonello Lomellini con con il Console generale tunisino Hamed Zekri

E' un ovadese, Enrico Ottonello Lomellini, discendente della famiglia nobile pegliese, il primo motore organizzativo della Traversata Storica Rievocativa "Pegli – Tabarca – Carloforte – Calasetta" che presentata ufficialmente giovedì 20 giugno scorso, presso la sede della Lega Navale Italiana di Sestri Ponente. Un'impresa che vuole costituire un ponte culturale e al tempo stesso ricordare il ruolo della famiglia Lomellini nella cosiddetta "Epopea Tabarchina" dove nel 1541 fu fondato un insediamento genovese che durò per oltre due secoli e che ancora oggi è visibile negli usi e costumi rimasti inalterati. L'iniziativa vuole essere proprio la rievocazione storica della traversata del Mediterraneo compiuta dai pescatori pegliesi. Nel 2016 lo stesso Lomellini fu il primo discendente a rimettere piede sull'isolotto che oggi fa parte della Tunisia. «È stato toccante – racconta oggi - ritrovarmi sull’isola che fu della mia famiglia. La traversata è di circa mille miglia nautiche e vedrà impegnate dodici persone. Gli scali intermedi verranno effettuati in porti che, soprattutto nel caso della Corsica, hanno vissuto una storia di sovranità genovese, affinché si possa mantenere una certa congruenza storica con i fatti che si vogliono rievocare». L'iniziativa ha già ottenuto il patrocinio di Regione Liguria, comuni di Genova, Carloforte, Calasetta, nonchè numerose manifestazioni di interesse per l'alto valore storico.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Cremolino

Chef Juri Risso torna a "La prova del cuoco"

10 Settembre 2019 ore 05:37
Ovada

Borgo: torna il Mercatino di Forte dei Marmi

12 Settembre 2019 ore 03:00
.