Lunedì 30 Marzo 2020

Ovada

Borgo: buche e rattoppi sulla provinciale

I residenti della zona lamentano il continuo degrado del manto stradale ridotto, all'altezza del cavalcavia ferroviario posizionato all'inizio di strada Cappellette

Borgo: buche e rattoppi sulla provinciale

OVADA - E' uno dei passaggi più battuti dai veicoli di coloro che devono raggiungere le zone collinari che s'affacciano su Acqui Terme, come Cremolino, Trisobbio e Carpeneto. Non è un caso se, da qualche tempo a questa parte, i residenti della zona lamentano il continuo degrado del manto stradale ridotto, all'altezza del cavalcavia ferroviario posizionato all'inizio di strada Cappellette, in un mix di buche e rattoppi. Una situazione poco piacevole per chi deve affrontare quotidianamente quel tratto della provinciale 200, sia al volante, con conseguenti danni alle sospensioni, sia a piedi. Per evitare di graffiarsi dalle spine che invadono il marciapiede, infatti, anche i pedoni sono obbligati a transitare in mezzo alla carreggiata con grave pericolo per la propria incolumità. Il tutto - ricordano gli abitanti del Borgo di Ovada - condito dalle rotture di una rete idrica che fa “acqua da tutte le parti”, con rotture pressoché mensili, e la gestione non ottimale della segnaletica stradale, visto che spesso il cartello informativo viene nascosto dai rovi, con buona pace dei paesi di Carpeneto, Montaldo Bormida e Trisobbio, mete di alcuni degli automobilisti che transitano da quelle parti. 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

L'editoriale

L'estate sta finendo.
Le vacanze sono finite

27 Marzo 2020 ore 08:00
La tragedia

I feretri delle vittime di Bergamo
a Serravalle

21 Marzo 2020 ore 14:26
.