Venerdì 22 Novembre 2019

Capriata d'Orba

Provinciale 155: si studia come riaprirla

Potrebbe essere adottata la stessa soluzione del 2014 in Cirimilla. La prossima settimana una decisione definitiva

Provinciale 155

La frana sulla 155 vista da Capriata

CAPRIATA  D'ORBA - Una soluzione che sul momento sembrava difficilmente praticabile, potrebbe portare alla riapertura più rapida della provinciale 155, collegamento primario tra Ovada e Novi Ligure, interrotta a Pratalborato (frazione di Capriata d'Orba) dal crollo del ponte sul rio Albedosa. Il sopralluogo da parte dell'Esercito ha portato a un contatto tra i la Provincia e l'associazione Genieri di Lombardia che nel 2014 con l'installazione di un ponte bailey provvisorio riconsegnarono un collegamento ai residenti alla Cirimilla di Lerma rimasti isolati dopo l'esondazione del rio Boiro. L'operazione è fattibile sia dal punto di vista logistico che economico. L'incognita è per una strada molto più frequentata da automobili e soprattutto mezzi pesanti. Bisogna ancora valutare i tempi invece per la ex statale 456 del Turchino interessata da una grossa frana nella giornata di mercoledì all'altezza del terzo passaggio a livello. In attesa delle verifiche geologiche e di una tabella di marcia, il collegamento principale con la Valle Stura rimane l'autostrada A26. C'è poi la strada del Termo. La sensazione è che si vada verso una chiusura di almeno 15 giorni. 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

novi ligure

Schianto mortale
a tarda sera in autostrada

21 Novembre 2019 ore 08:41
.