Domenica 02 Ottobre 2022

Ovada

Il territorio in vetrina nel docufilm per le Confraternite

Presentata allo Splendor l'opera realizzata da Sartore e Cepollina

13 Settembre 2022 ore 10:33

di Luca Piana

Il territorio in vetrina nel docufilm per le Confraternite

OVADA - Un viaggio lungo un'ora, o poco più, tra le bellezze di un'Ovadese (già) vestito a festa per il primo Cammino Interregionale di Fraternità. È questo il biglietto da visita confezionato dal giovane videomaker Matteo Sartore (con la "Dream Vision") e da Niccolò Cepollina, figlio d’arte già inserito nel mondo della tv (tra Sky e Mediaset) in vista dell'appuntamento di domenica prossima, 18 settembre.

Ma sono tanti gli ovadesi che, in rappresentanza delle associazioni locali, hanno recitato (anche solo un piccolo cameo) in “Un viaggio tra fede e cultura” (questo il titolo scelto per l'opera, scritta, girata e montata più di due anni fa). Dal Cai al Consorzio dell'Ovada docg, fino (tra gli altri) all'Uà Cycling Team e al Photo Club 35. «Questa produzione è molto importante per noi e per il nostro territorio - ha spiegato il sindaco di Ovada, Paolo Lantero, nel corso della "prima" proiezione (di ieri sera) al cinema teatro Splendor -. Testimonia uno spirito di unione e un allargamento, anche da un punto di vista turistico e promozionale, all'intera zona dell'Ovadese».

Un tour panoramico nell'Ovadese

Dal centro storico di Ovada al Belvedere di Rocca Grimalda, passando per i monumenti, le torri, le chiese e i campanili del Basso Piemonte. Sullo schermo il viaggio di Cepollina si è concluso nel punto più panoramico di tutto il circondario. Anche se, per qualcuno, il finale (dell'intera manifestazione) è ancora tutto da scrivere. «Faccio appello agli ovadesi - ha aggiunto Ivo Ferrando, vice priore del Priorato delle Confraternite della Diocesi di Acqui Terme - affinché, domenica prossima, in occasione del raduno, siano loro a fornire un "epilogo" di quanto abbiamo già visto in video».

Il riferimento è, ovviamente, all'appuntamento di domenica prossima. Sul palco, con lui, anche il primo cittadino, Sartore, Cepollina, l'assessore (al Turismo) Marco Lanza e il consigliere di maggioranza Luisa Russo. «In questa "partita" ho sempre lasciato molto spazio ai vari componenti della mia squadra (in precedenza all'ex vicesindaco Giacomo Pastorino) - ha aggiunto Lantero -. Ci tengo a sottolineare, inoltre, che l'idea del raduno è frutto di un'intuizione di Franco Ravera (ex sindaco di Belforte Monferrato), che me lo propose qualche anno fa».

Presentato il Raduno delle Confraternite: «Evento fondamentale per la città»

Definito il programma dell'iniziativa prevista a Ovada a metà settembre

Ora la marcia di avvicinamento all'evento proseguirà con l'apertura quotidiana della mostra (allestita presso la Loggia di San Sebastiano) “Uno sguardo sulle Confraternite tra fede e devozione" e con i prossimi convegni e concerti previsti nella giornata di sabato 17 settembre.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.