Sabato 25 Giugno 2022

Ovada

Luca Piccardo, il futuro e una sferzata all'Ovadese

Disponibile il nuovo romanzo dell'artista poliedrico tra letteratura e musica

Piccardo torna in libreria con un romanzo sospeso tra reale e onirico

OVADA - «Nel mio libro racconto il decadimento dei valori dell'Occidente a cui tutti stiamo assistendo, e della ferma immobilità di un Ovada che non vuole cambiare». Torna in versione da scrittore Luca Piccardo, l’artista ovadese molto noto anche come musicista. Il suo nuovo romanzo si intitola “Voi dunque capirete”, pubblicato con Susil Edizioni. L'opera è correlata da tredici scatti della fotografa ovadese Lucia Bianchi e dalla quarta di copertina del poeta e giallista Nico Priano.

Produttività intensa

«Scrivere - prosegue Piccardo - non è un lavoro ma un' esigenza, un processo catartico o un’auto terapia senza la quale non potrei stare». L’esordio in questa veste è del 2016 con “Il lamento dei tubi”. Da allora con la sua narrazione irriverente, sviluppata con altre sette pubblicazioni, prova a risvegliare le coscienze con una genuina invettiva verso la realtà locale. Un tema che torna anche in questo recente pubblicazione. Tra i suoi punti di riferimento Fedor Dostoevskij «per me non è solo uno scrittore che mi dà ispirazione, è anche un amico, un fratello, un padre e spesso appare nei miei sogni come una presenza a me affine».


Mondo onirico e sospeso

Nell’opera sono presenti gli omaggi all’amico Mario Canepa, scomparso nel novembre 2020. C’è poi il contributo di Lucia Bianchi che con i suoi scatti onirici di una città poco riconoscibile e quasi “sospesa” ha colto il mondo interiore di Piccardo. «Ancora una volta - il protagonista del mio libro è “Il Principe”un personaggio a me caro. Possiamo dire che è il mio alter ego che si esprime “rubando” i versi e le parole dei filosofi che amo e denuncia con le sue invettive un mondo ovadese che non lo rappresenta specie per la sempre maggiore mediocrità che lo caratterizza». Un atteggiamento vicino ai modelli decadentisti che spesso non viene compreso dai contemporanei. «Tutte le persone - conclude Piccardo - che dicono o cercano di narrare la realtà non vengono mai del tutto comprese se non forse molti anni dopo. Per questo il titolo sembra in qualche modo già mettere in conto una situazione di questo tipo».

A chiudere le parole di Nico Priano. Il volume è disponibile sul sito di Susil Edizioni al costo di 23 euro. Al “Principe” è dedicata una trilogia: “Per prima viene la ginestra”, “La via della croce”, Il bando di Lamia”.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Castelnuovo Scrivia

Ragazzo non rientra a casa dopo la piscina: ritrovato poco fa

18 Giugno 2022 ore 22:52
.