Sabato 25 Giugno 2022

in provincia

Peste suina, nuovi casi: «Necessarie recinzioni e abbattimenti»

Per l'assessore regionale Protopapa la popolazione di cinghiali nell'area infetta va ridotta dell'80 per cento

cinghiali-peste-suina-africana

Ancora ritrovamenti di carcasse infette: il numero di cinghiali uccisi dalla peste suina africana nel territorio tra la provincia di Alessandria e quella di Genova continua ad aumentare. Resti di animali positivi alla Psa sono stati rinvenuti, da ultimo, a Rocca Grimalda, Rossiglione e Campomorone. Secondo i dati dell’Izsplv, l’Istituto zooprofilattico interregionale, complessivamente i ritrovamenti sono 36 – 19 in Liguria e 17 in Piemonte – tutti nella “zona infetta” (nessun ritrovamento invece nella zona cuscinetto che si estende per ulteriori 10 chilometri).

In provincia di Alessandria, cinghiali positivi alla peste suina sono stati ritrovati ad Arquata Scrivia (2), Bosio (1), Fraconalto (1), Lerma (3), Montaldeo (1), Ovada (1), Rocca Grimalda (1), Serravalle Scrivia (1), Silvano d’Orba (1), Tagliolo Monferrato (1) e Voltaggio (3).

Peste suina, altri due casi in provincia:
ad Arquata e Montaldeo

Intanto la giunta regionale ha approvato un fondo da 2 milioni di euro per gli allevatori di maiali

Intanto in prefettura ad Alessandria si è riunito il tavolo di emergenza sulla peste suina africana. Gli esperti della commissione europea hanno illustrato le prime raccomandazioni da adottare per eradicare la malattia: il rafforzamento delle barriere per delimitare la zona infetta e il depopolamento dei cinghiali in modo mirato.

«Occorre un’azione immediata per rafforzare le delimitazioni all’interno dell’area infetta, ovvero quella rappresentata da A7, A26 e bretella autostradale di Novi dove ci sono già importanti barriere, con una probabile ulteriore recinzione della zona cuscinetto – ha detto l’assessore regionale Marco Protopapa – Inoltre la popolazione di cinghiali va ridotta di almeno l’80 per cento».

Peste suina, le proposte di Legambiente

Oggi inizia la missione degli esperti europei di Euvet. Intanto salgono a 31 le carcasse infette: le ultime a Mignanego (Genova)

La settimana scorsa il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge sull’emergenza, «utile anche per la nomina del commissario straordinario che ci auspichiamo possa avere pieni poteri, non solo decisionali ma anche economici per poter far fronte in maniera seria e puntuale all’emergenza e per poter dare al nostro territorio un segnale tangibile di azioni efficaci», ha commentato Protopapa.

Peste suina: "Subito i fondi e nuovi abbattimenti di cinghial...

Moncalvo e Rivarossa (Coldiretti): "Ci sono macelli che non stanno  ritirando nessuna partita di suini provenienti dal Piemonte"

peste-suina-africana-area-infetta

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Castelnuovo Scrivia

Ragazzo non rientra a casa dopo la piscina: ritrovato poco fa

18 Giugno 2022 ore 22:52
.