Giovedì 19 Maggio 2022

Ovada

Velo Ok, controlli prorogati fino al 2023

Accordo per la fornitura delle colonnine arancioni per la verifica della velocità

Velo ok: riflettori sui punti più critici della viabilità in città

OVADA -  I residenti delle aree interessate nutrono qualche dubbio sul reale effetto deterrente del provvedimento. Ma dalla Polizia Municipale di Ovada fanno notare come in passato siano state comminate diverse sanzioni ad automobilisti indisciplinati, alcune di queste anche di importo significativo. Fatto sta che il Comune di Ovada ha deciso di proseguire anche nel prossimo anno con la campagna di rilevazione della velocità sulle strade della periferia cittadina. Strumento utilizzato i tanto vituperati Velo Ok già installati in via Molare, via Rocca e nel centro abitato di frazione Gnocchetto.

Rilevazioni a sorpresa: tornano i Velo Ok

Da Palazzo Delfino via libera al progetto "Attenta-Mente"

Verifiche necessarie

L’accordo pubblicato qualche giorno fa sull’albo pretorio del comune di Ovada prevede la fornitura da parte dell’impresa Noi Sicuri Project delle colonnine arancioni per il monitoraggio della velocità degli automobilisti. L’impegno economico previsto fino all’aprile 2023 ammonta a 6.400 euro. La soluzione dei Velo Ok è stata adottata dopo il 2015 in via Molare, nel tratto cittadino di una strada che nel frattempo è passata dalla competenza della Provincia a quella di Anas. La decisione fu adottata, dopo il tragico incidente in cui perse la vita il pensionato Mario Bonaria, nell’impossibilità di installare un rilevatore di velocità fisso.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

L'annuncio

Aperto per Cultura
non si farà

10 Maggio 2022 ore 09:24
Mede

Vendesi villa padronale

09 Maggio 2022 ore 12:46
.