Lunedì 03 Ottobre 2022

Virus - L'analisi

«Adesso i casi sono di nuovo in lieve crescita»

Le valutazioni di Carluccio Bianchi, docente dell'Upo

16 Settembre 2022 ore 06:00

virus-l'analisi-coronavirus-carluccio bianchiupo

Contagi in lieve crescita, anche se su numeri molto bassi, mentre dagli ospedali continuano ad arrivare ottime notizie.

Carluccio Bianchi, docente di Macroeconomia dell’Upo, sottolinea: «È confermata la tendenza emersa negli ultimi giorni, con la discesa che si può dire terminata a tutti gli effetti, fatta eccezione per l’Italia. Alessandria, che mostrava una riduzione del 16%, ora cresce dell’11%».

Nella classifica relativa all’incidenza, la nostra provincia continua a guidare il gruppo con 210, mentre il Piemonte è secondo (191 e più 3%) e l’Italia completa il podio (185, ma ancora segno ‘meno’, 6%).
«A livello di numeri assoluti - aggiunge il professore - la regione sale di 219 contagi settimanali: eravamo a 7.956, siamo a 8.175 e la media giornaliera recita 1.168. Tornando all’incidenza, il dato peggiore è del Vco, che ha numeri addirittura da vecchia ‘zona rossa’, mentre chi va meglio di tutti è Novara».

In leggero incremento anche il tasso di positività, dal 9,2% al 10,8% «e i tamponi medi giornalieri sono in flessione, da 12.300 a 10.800. Ancora una volta, per fortuna, le indicazioni migliori arrivano dal sistema sanitario, perché i ricoveri restano in flessione».
Quelli ordinari erano 248, diventano 227 e mostrano un indice di saturazione bassissimo, al 3,3%.
«Le terapie intensive, ferme a 7, sono stabili oramai dallo scorso 21 agosto e anche in questo caso il tasso di occupazione è veramente minimo, di poco superiore all’1%».

I decessi fanno registrare un nuovo minimo di questa quinta ondata, «perché sono tre in una settimana, un dato che non avevamo dall’estate del 2021. Il tasso di letalità è pari allo 0,03%. Come noto questa voce non risente ancora dell’aumento dei casi, valutazioni più attendibili potremo farle solo un po’ più avanti».

Chiusura come sempre dedicata ad Alessandria, con i contagi che crescono più velocemente della media regionale. «Sono numeri bassi, sia chiaro, ma dobbiamo mantenere alto il livello di attenzione. Nello specifico saliamo da 774 a 858, con 84 episodi in più rispetto a venerdì scorso. La media giornaliera oggi è 123, in crescita rispetto al minimo di 102 che abbiamo registrato il 9 settembre. Invito alla prudenza, anche alla luce della ripartenza scolastica».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.