Domenica 02 Ottobre 2022

Ovada

Enoteca, carne e un po' d'oriente per rilanciare la promozione

Dal 1° ottobre riparte la collaborazione con il marco "The Fassushi", solo vini della nostra regione

18 Settembre 2022 ore 06:54

Enoteca, carne e un po' d'oriente per rilanciare la promozione

OVADA -  Un abbraccio tra la fassona, il dolcetto utilizzato per la marinatura e influssi orientali con lo zenzero e le spezie. Sarà il piatto identitario della nuova collaborazione tra Enoteca Regionale e The Fassushi, il marchio locale nato per l’asporto nel periodo del lockdown e trasformatosi in ristorazione tradizionale. L’obiettivo è quello di rilanciare sulla promozione dei vini del territorio. E per questo la carta ancora in fase d’allestimento presenterà solo etichette legate alla nostra Regione, con un occhio di riguardo all’Ovadese.

Valore commerciale
«La promozione è la nostra missione principale - spiega Mario Arosio, presidente dell’Enoteca - E ancora di più pensiamo di spingere su quest’impostazione che prevede una presenza forte dei prodotti della nostra area». L’alleanza sarà in vigore tra il 1° ottobre e il 31 dicembre. Non è detto che non sia riproposta anche per il 2023.
«Lavorando quest’estate - spiega Vittorio Basso, creatore del marchio con Emanuela Gaia - ci siamo resi conto del valore commerciante importante legato alla promozione del territorio. I vini locali si legano alla perfezione che le nostre proposte. Avremo una carta con una sessantina di vini, fra queste molte delle etichette già presenti in Enoteca». L’attenzione al territorio è testimoniata anche dalla scelta dei prodotti per le ricette: in fase autunnale il tartufo, la carne di Carlevaro, la storica macelleria di Silvano d’Orba. «La ricetta della fassona marinata nel Dolcetto - prosegue Basso - è nata da un’intuizione, per svilupparla ci abbiamo messo una decina di giorni». I locali saranno aperto per le cene di venerdì, sabato e domenica.

Appuntamenti speciali
Nel frattempo l’Enoteca stessa proseguirà la sua attività di vendita dei vini dei produttori associati. «Abbiamo dato continuità in questi anni - chiarisce ancora Arosio - con aperture quotidiane legate al nostro ente. Il riscontro è stato molto positivo in questi mesi. Prevista anche una serie di pranzi speciali per iniziative presenti in città: “Vino e Tartufi” e Mercatini gli esempi già individuati. Ma potranno esserci altre date. In quel contesto lo staff di “Pupi Catering” proporrà menù più tradizionali basati sulla cucina regionale.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.