Lunedì 03 Ottobre 2022

Ovada

L'Ovadese batte un'Arquatese in dieci per un tempo

Rete di Coletti in avvio di ripresa. Prima del riposo l'espulsione di Basso, portiere ospite

11 Settembre 2022 ore 20:42

L'Ovadese batte un'Arquatese in dieci per un tempo

Animi accesi in campo, sulla destra Rignanese ancora a terra

OVADA - Esordio positivo per l'Ovadese che al Geirino batte l'Arquatese 1-0. Gara decisa anche dall'espulsione di Basso, rosso diretto per il portiere ospite dopo uno scontro con Rignanese che ha provocato discussioni e un principio di rissa sul campo. La rete della vittoria è arrivata a inizio ripresa con Coletti.

Tutto il calcio della provincia in tempo reale

I risultati delle squadre alessandrine, con marcatori e classifiche

In avvio meglio l'Ovadese.  All'8' Coletti raccoglie al limite una palla transitata dai piedi di Bangoura: il suo destro sibilo sulla traversa di Basso. Un minuto dopo la punizione di Mutti dalla sinistra trova il portiere ospite pronto alla respinta di piede. La risposta ospite arriva alla mezz'ora. Giacomo Acerbo calcia dal limite dell'area, Gaione devia con prontezza sopra la traversa. La squadra di Vennarucci prende confidenza e crea maggiori problemi. In particolare è Manzati a sfuggire sulla fascia sinistra, ancora Gaione devia un cross insidioso in area piccola. Al fischio di metà gara il fattaccio. Rignanese prova a disturbare Basso intento in un rinvio: il portiere sbatte contro l'attaccante. Forse un calcio o qualcosa di simile. Fatto sta che il direttore di gara, spento il parapiglia generale, espelle il portiere ospite.

Ovadese, per l'esordio l'allenatore dell'ultima promozione

Al Geirino arriva l'Arquatese di Vennarucci per una sfida tra due squadre che vogliono fare un campionato diverso rispetto all'ultimo

Nella ripresa c'è Umberto Acerbo, solo omonimo del centrocampista, tra i pali. La rete nasce anche da un suo intervento difettoso contro il destro dal limite di Coletti, sfuggito tra i centrali arquatesi. La rete paradossalmente da energia alla formazione di Vennarucci che prova a pareggiare nonostante l'inferiorità numerica. Il pericolo più concreto è nel sinistro di Daniele Briata, appena entrato, a pochi minuti dalla fine: la palla sibila di poco sopra la traversa di Gaione. 

Formazioni - Ovadese:  Gaione, Leone, Costa, Manno, Bianchi, Lombardo, Coletti, Mutti, Rignanese, Bamgoura, Merialdo. All. Carosio - Arquatese:  Basso, Scolafurru, Trapasso, Sala, Firpo, Tavella Briatore S., Oliveri, Manzato, Acerbo, Casagrande. All. Vennarucci. 

LUCA CAROSIO "Un piccolo passo avanti dopo la sfida di Coppa. Chiaramente non è facile gestire un campo grande come il Geirino in questo momento, specie con il caldo. Ma abbiamo accettato di controllare il loro palleggio, stando un po' più bassi anche perchè non stavamo rischiando troppo".

MAURIZIO VENNARUCCI: "Eravamo abbastanza in controllo della gara. E nel secondo tempo mi sarei giocato le carte per provare anche a vincerla. Chiaro che l'espulsione del nostro portiere ha scompaginato i piani".

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.