Lunedì 04 Luglio 2022

Ovada

Sorpresa, la città di riscopre appassionata di bridge

Sorpresa, la città di riscopre appassionata di bridge

OVADA - Si gioca a bridge al Circolo Arci “Il Borgo” di via Sant’Evasio. L’appuntamento è per ogni lunedì e mercoledì alle 21.00. La passione ha preso piede negli ultimi mesi in cui è stato di nuovo possibile ritrovarsi per giocare a carte. A muovere tutto Maria Rosa Valorio, amante di questo gioco di carte e da tempo assidua frequentatrice del circolo. Per prima si è recata presso il circolo Europa di Alessandria. L’abitudine ha preso piede tanto che i raduni si sono spostati a Ovada.


Regole e concentrazione
In città c’era già una tradizione nel gioco grazie ai tornei in scena alla Loggia e un punto di riferimento al Circolo Ricreativo con giocatori del calibro di Petronio, Sultana, Vezzani e Pernigotti. Il gruppo di ovadesi sta ora imparando sotto la guida dell’arbitro Paolo Vigneri. Un corso si è già concluso, un altro è già in programma per settembre. «Lo considero lo sport della mente - afferma lo stesso Vigneri - Il più bello tra i giochi a carte». «Si tratta - aggiungono molti degli allievi - di un gioco difficile. Per questo dobbiamo tenerci in allenamento, la concentrazione è fondamentale. La proposta del bridge ci consente di allargare la proposta dei giochi». Prima dello stop imposto dall’emergenza sanitaria il burraco era il passatempo più frequente.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.