Giovedì 19 Maggio 2022

Undici stand per il ritorno di "Paesi e sapori"

Torna l'iniziativa promossa dalla Pro Loco ovadese

Pro loco al lavoro per il ritorno di "Paesi e sapori"

OVADA - Si susseguono le riunioni a cura della Pro Loco di Ovada e dell’Alto Monferrato Ovadese per l’edizione del 21 e 22 maggio di “Paesi & Sapori”.

Da qualche giorno si conoscono già praticamente tutti i nomi degli enti e delle associazioni che prenderanno parte alla XVI edizione dello storico appuntamento gastronomico ovadese, in programma nella centralissima piazza Martiri della Benedicta.

La mappa del gusto

Saranno undici, in totale, gli stand “mangerecci” presenti nell’area della festa. Da segnalare la “new entry” della Pro Loco di Voltaggio che, per l’occasione, proporrà i suoi gnocchi al sugo e al pesto. Gli amanti della buona cucina locale, poi, non potranno certamente non transitare dagli spazi che verranno riservati a Rocca Grimalda, gradito ritorno di questa edizione con la peirbuieira.

Lions: focaccino "benefico" per l'area giochi del Pertini

Il ricavato servirà per realizzare un'area giochi inclusivi

Per il resto si tratta di conferme, come la Pro Loco di Cassinelle con la rosticciata mista con patate, la Pro Loco di Cimaferle con la focaccia al formaggio, la Pro Loco di Montaldo Bormida con la prelibata farinata, l’ANSPI di Silvano d’Orba con i dolci casalinghi, l’ASD Amici del Borgo con le lasagne al forno, l’ASD Tagliolese con gli agnolotti, Insieme per Castelletto (d’Orba) con il fritto misto di pesce, Moretti con gli spiedi di pecora con panisetta e la Pro Loco di Ovada con il servizio bar (in vendita acqua e birra).

L’altra faccia della medaglia è rappresentata, invece, dai forfait della Pro Loco di Battagliosi – Albareto, che fino a qualche anno fa preparava il focaccino sulla piastra all’antica, e della Pro Loco di Costa Leonessa.

Voglia di ripartire

Inutile nascondere che c’è grande entusiasmo per questa ripartenza che arriva dopo lo stop forzato dell’ultimo biennio. La pausa dettata dalla pandemia, peraltro, ha creato non pochi problemi tra le Pro Loco del territorio (e non solo), ma ora c’è la volontà di lasciarsi alle spalle un periodo difficile.

Per completare la due giorni di festa rimangono da collocare le manifestazioni collaterali e l’attesa componente musicale.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.