Giovedì 19 Maggio 2022

Ovada

Lotta di Liberazione: l'Anpi dona un volume agli studenti ovadesi

La consegna in occasione della festa del 25 aprile

Lotta di Liberazione: l'Anpi dona un volume agli studenti ovadesi

OVADA - È stato consegnato agli studenti delle scuole superiori il volume pubblicato dall’Anpi in occasione del 25 aprile. La firma è quella di Diego Sciutto che, nelle pagine di “Guardare avanti ricordando il passato”, ha raccolto i momenti più significativi della lotta di Liberazione nell’Ovadese.

Gli istituti della città sono stati protagonisti qualche giorno fa, nell’ambito di una cerimonia promossa in sinergia con le sezione locale “Marchelli” dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (presente la presidente Silvia Ferrari) e con il Comune di Ovada (rappresentato dal vicesindaco Sabrina Caneva).

Racconti del territorio

«Sulla lotta di Liberazione dal nazifascismo sono stati scritti parecchi libri riguardanti la nostra zona – spiega l’autore –. Questo perché anche l’Ovadese è stato teatro di una notevole attività delle formazioni partigiane. In conseguenza a questa, purtroppo, gli episodi tragici non sono mancati, alcuni anche di grandi dimensioni quali la Benedicta, Olbicella e Piancastagna. Questi fatti sono stati approfonditamente trattati da diversi autori in singoli libri. Mio compito è stato quello di raccoglierne alcuni brani che, unitamente ad altri episodi inediti, danno un quadro di insieme di quanto sia stato importante il sacrificio compiuto da coloro i quali hanno lottato per portare al nostro Paese la Libertà».

Il Campo della Gloria rinasce per la Liberazione

Gli appuntamenti in programma nel territorio provinciale

Tra passato e presente

«Nell’attuale contesto storico, con una guerra nel cuore dell’Europa – aggiunge Silvia Ferrari, presidente dell’Anpi ovadese –, che sta dimostrando come la corsa agli armamenti non sia mai cessata e come la pace non sia scontata, sono i valori della nostra Costituzione, trasmessi dai partigiani, che ci aiutano a stare dalla parte della democrazia. Il messaggio va condiviso con le nuove generazioni ed è per questo che l’Anpi ha ritenuto opportuno divulgare il volume tra gli studenti delle scuole superiori che lo hanno apprezzato dimostrandosi particolarmente interessati ai temi trattati».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.