Sabato 25 Giugno 2022

Il caso

Pnrr, 140 milioni per i treni in Piemonte: ma Alessandria...

Il Basso Piemonte tagliato fuori da questa tranche. I progetti in cantiere

alessandria-stazione-treni-pnrr-fondi-regione-piemonte-rfi

TORINO - Alessandria e provincia tagliate fuori dai finanziamenti Pnrr sui trasporti ferroviari. O, almeno, dalla tranche da 140 milioni di euro che sta per essere stanziata. 

Questo è quanto emerso da un question time posto a Palazzo Lascaris dal consigliere regionale Maurizio Marello (Pd) all'assessore ai Trasporti Marco Gabusi.

Pnrr ed edilizia pubblica: 
quasi 12,5 milioni per l'Alessandrino

La soddisfazione dell'assessore regionale Caucino e del sindaco di Alessandria, Cuttica di Revigliasco

“La premessa d’obbligo  - sottolinea Gabusi - è che non vi sono spese correnti finanziate sul trasporto pubblico, ci sono invece investimenti importanti in tema infrastrutturale, predisposti direttamente da Rfi e dai Ministeri sulla base di un documento strategico nazionale, che vanno a rafforzare l’intermodalità tra merci e la direttrice Adriatica. Rispetto alle ferrovie regionali, la Regione Piemonte ha lo stanziamento maggiore in Italia con 140 milioni di euro per la Canavesana e la Torino-Ceres, che consentiranno l’ammodernamento, la funzionalità e l’interconnessione alla rete nazionale. Abbiamo un’idea ben precisa di cosa vogliamo fare: il passante Posta Susa-Porta Nuova, la conclusione dei lavori di Novara-Boschetto, l’elettrificazione della Biella-Novara, l’ammodernamento e adeguamento alla capacità per il transito merci della linea Torino -Savona per dare uno sbocco logistico ulteriore alla provincia di Cuneo, il raddoppio selettivo della Chivasso-Ivrea-Aosta. In serata - conclude -  parteciperò alla riunione con gli assessori regionali ai Trasporti, sarà a quel tavolo che faremo valere le nostre istanze e le nostre richieste. Abbiamo individuato priorità anche su segnalazione dei territori”.

Pnrr, in arrivo 87 milioni di euro
per la Acqui-Ovada-Genova

Fornaro (LeU): "E' davvero una grande buona notizia per i nostri territori"

“Gran parte della regione, in particolare penso al sud del Piemonte, sarà tagliata fuori dai finanziamenti del Pnrr per le opere di investimento sulle ferrovie locali - ha sottolineato Marello -  A questo si aggiunge il fatto che le dieci grandi opere che saranno finanziate per 4,3 miliardi di euro, non toccano sostanzialmente la nostra regione. Dopo i grandi annunci inizia ad emergere la debolezza della Giunta regionale e l’incapacità di programmare e progettare. Rischiamo di perdere una grande opportunità".

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Castelnuovo Scrivia

Ragazzo non rientra a casa dopo la piscina: ritrovato poco fa

18 Giugno 2022 ore 22:52
.