Domenica 20 Giugno 2021

I contagi

"Bene il Piemonte, il risultato migliore è della provincia"

L'analisi e i grafici del professor Bianchi dell'Upo

"Bene il Piemonte, il risultato migliore è della provincia"

ALESSANDRIA - «Il quadro generale è oggettivamente buono, con Alessandria che evidenzia un rendimento eccezionale. In Piemonte, invece, assistiamo a qualche timido segnale di stabilizzazione, come se la discesa della curva dei nuovi contagi fosse prossima a fermarsi. Serviranno ulteriori verifiche nei prossimi giorni per vedere se si tratta di una tendenza momentanea».

Carluccio Bianchi, docente di Macroeconomia dell’Upo, promuove a pieni voti la nostra provincia: un dato che emerge in maniera significativa se analizziamo la consueta classifica relativa all’incidenza dei nuovi contagi ogni 100mila abitanti, perché mentre Piemonte, Italia e Lombardia sono rispettivamente a 40, 39 e 38, Alessandria scende addirittura a quota 22.

«A livello di numeri assoluti - aggiunge il professore - la nostra regione passa da 2.548 a 1.709 contagi settimanali, quindi 839 in meno e 244 al giorno di media, con una riduzione in percentuale pari al 33%. Contribuiscono a questo buon risultato Torino e Alessandria, mentre Cuneo e Asti scendono poco. Penso a queste ultime due realtà quando parlo di stabilizzazione».

Indice di positività: 1,4%
Cresce, poco, la percentuale degli asintomatici, mentre nelle Rsa i casi sono oramai pochissimi (22 in totale, 3 al giorno) ed è significativa pure la discesa delle scuole.

«Qui la riduzione in percentuale è del 38% - conferma Bianchi - dato superiore alla media del Piemonte. Bene il tasso di positività, che è all’1,4%, bene le terapie intensive, che calano di 20 unità in sette giorni e ora sono 81, ancora meglio i ricoveri. Erano 832, sono 594, con indice di saturazione al 10%, in calo di quattro punti rispetto al precedente aggiornamento».

Sul fronte dei decessi, il Piemonte ne registra 29 in meno (da 73 a 44) e il tasso di letalità è all’1,2%. Il minimo.

Numeri da record
Alessandria, si diceva, si comporta benissimo, in quanto passa da 227 a 92 contagi settimanali, 135 in meno e 13 al giorno. «Da noi la riduzione in percentuale è pari addirittura al 60% - conclude il docente - quasi il doppio di quella del Piemonte. Per trovare numeri simili bisogna risalire a settembre, ma è eccellente anche il dato relativo ai decessi. Rispetto a martedì scorso contiamo una vittima, con sei ‘zero’ consecutivi e un tasso di letalità che è dello 0,3%. I guariti, tanti, sono 254, gli attualmente positivi scendono di 163 unità e sono 293 in totale. Lo 0,07% della popolazione. Speriamo di proseguire».


 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Il gesto disperato

Si dà fuoco a Moleto: interviene l'elisoccorso

16 Giugno 2021 ore 10:02
Il lutto

Dentista morto di infarto

11 Giugno 2021 ore 16:05
I video

Grigi in B, una città intera in festa

17 Giugno 2021 ore 20:59
.