Venerdì 07 Agosto 2020

Il caso

"Trasporti pubblici: inizia il periodo nero"

Corse su treni, bus al lumicino. Autostrade lentissime. L'analisi del PD acquese

Trasporti pubblici. inizia il periodo nero

«Da oggi (ndr ieri) spostarsi nell’Acquese sarà problematico e così sarà fino ai primi di settembre» è l’amara considerazione della sezione acquese del Partito Democratico. L’analisi è puntuale e tocca tutti i mezzi utili e necessari per raggiungere un territorio che si definisce “a vocazione turistica”.

«Dal 24 luglio al 10 settembre ci saranno lavori sulla linea Genova-Milano-Torino necessari per il terzo valico. Di conseguenza i treni passeggeri e i treni merci di quella tratta saranno deviati su altre linee; in particolare, i treni merci saranno spostati principalmente sulla linea Ovada – Genova, sacrificando i treni passeggeri della Acqui-Genova con una sensibile riduzione dell’offerta di Trenitalia». Questo è quanto riguarda le rotaie: sette corse e una pausa pomeridiana di 6 ore. Potrebbe anche andar peggio considerando che, per triste tradizione, da anni la la linea ad agosto viene sospesa.

«La A26 continua ad avere code per i restringimenti di carreggiata dovuti ai lavori anche se Aspi ha promesso che tutte le autostrade liguri dal 28 luglio avranno almeno due corsie transitabili per senso di marcia. Vedremo» continuano. E poi ci sono i bus: «Autostradale ha comunicato che dal 10 al 22 agosto il servizio in provincia di Alessandria sarà a chiamata. Quindi se un utente di un paesino dell’Acquese, magari senza ferrovia, volesse recarsi a Genova o anche solo ad Acqui dovrebbe affrontare difficoltà assurde. Inoltre la vocazione turistica del territorio viene fortemente compromessa durante il mese vacanziero per eccellenza»

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Polstrada

La lunga coda sull'A26? Un camionista addormentato!

05 Agosto 2020 ore 09:01
.