Giovedì 09 Luglio 2020

Viabilità

A26, Fornaro chiede il pedaggio gratuito fra Ovada e Genova Pra'

Netta presa di posizione del capogruppo di LeU alla Camera

Fornaro: "Il Piemonte è ancora in piena emergenza sanitaria"

OVADA - Ha "sfondato" il muro delle 800 firme la petizione online avviata qualche giorno fa dal Gruppo Viabilità Valli Orba e Stura che, attraverso la piattaforma "Change.org", ha deciso di chiedere al premier Giuseppe Conte, alla società Autostrade per l'Italia, al ministro Paola De Micheli e al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti "l'esenzione del pedaggio sulla A26 tra Ovada e Genova". E mentre anche i sindaci dei Comuni dell'Unione SOL (Valli Stura, Orba e Leira, ndr) hanno inviato una richiesta di incontro al Prefetto di Genova, dal capogruppo di LeU alla Camera, Federico Fornaro, è arrivata una netta presa di posizione sulla questione.

«Nonostante il lungo e imprevedibile periodo di lockdown a causa del Covid 19 abbia consentito alla società concessionaria di effettuare lavori di manutenzione su viadotti e gallerie, la situazione sul tratto autostradale della A26 tra i caselli di Ovada e Genova Pra' in entrambi i sensi di marcia non è migliorata, anzi - afferma Fornaro -. Non è giusto che di questa viabilità critica debbano pagare il conto gli automobilisti. E’ quindi necessario un immediato intervento del ministero delle Infrastrutture e Trasporti per ottenere dalla società concessionaria della A26 l’esenzione del pedaggio appenninico tra Piemonte e Liguria in entrambe le direzioni di marcia. Sarebbe un parziale riconoscimento dei persistenti disagi provocati dai cantieri. Non si può continuare a far pagare il pedaggio su questa tratta come se la viabilità fosse normale».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Novi Ligure

Muore mentre fa
colazione al bar

02 Luglio 2020 ore 11:20
Serravalle Scrivia

Violenza
e sequestro di persona, arrestato 45enne

04 Luglio 2020 ore 09:15
La foto

Dorme, con la gamba ingessata,
sulla panchina

08 Luglio 2020 ore 16:22
.