Lunedì 01 Giugno 2020

Ovada

Via Gramsci, collaudo finale: sette tir testano il muraglione

Lunedì scorso sono stati installati i sensori

Via Gramsci, collaudo finale: sette tir testano il muraglione

OVADA - Sarà l'esito del collaudo previsto per domani mattina a decretare le tempistiche della riapertura di via Gramsci a doppio senso di marcia. Com’è noto dal gennaio del 2018 il tratto interessato dalla voragine apertasi sulla sede stradale è regolato da un impianto semaforico, che gestisce il flusso delle vetture, mentre i "pesi massimi" sono dirottati da piazza Castello verso via Lung'Orba. Lunedì scorso sono stati installati i sensori che dovranno valutare la risposta alle sollecitazioni della struttura. I lavori di consolidamento sono stati effettuati nei mesi autunnali dalla ditta Sola dopo la consegna del relativo progetto da parte dell’ingegner Monica Boccaccio.

Nella giornata di domani, sabato 4 aprile, nella zona saranno collocati sette autocarri a quattro assi del peso di 42 tonnellate ciascuno. Testeranno la struttura consolidata con il lavori annuali per circa tre ore lungo la corsia lato valle. «È il segnale - spiega il sindaco Paolo Lantero - che le attività vanno avanti, al di là dell’emergenza che stiamo vivendo». I dettagli del collaudo definitivo sono contenuti nella premessa dell’atto che affida l’incarico alla ditta Grandi Scavi. Se l’esito del collaudo sarà positivo, la circolazione potrebbe presto essere ripristinata regolarmente.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

L'editoriale

I medici e gli infermieri costretti
al silenzio

29 Maggio 2020 ore 08:24
.