Giovedì 28 Maggio 2020

Ovada

Giorgio Alloisio: un fumetto contro i pregiudizi

Il giovane ovadese ha scritto la storia disegnata da Aurora Marchetti

Fumetto Giorgio Alloisio

Un estratto della copertina

OVADA - Cosa succede se Anna vuole diventare Emanuele?  Ha preso la sua penna l’ovadese Giorgio Alloisio, fumettista e organizzatore teatrale al fianco del padre cantautore Gian Piero, per provare a raccontarlo. Grazie all’editor Simone Balzani, e con i disegni di Aurora Marchetti, è nato “Chiamatemi Emanuele”, pubblicato dalla casa editrice  Astromica.

 Corpo “sbagliato”

«Quando il mio editor Simone Balzani mi ha sottoposto il progetto chiedendomi di scriverne il testo - spiega Alloisio - ho deciso di affrontare l'argomento facendo in modo che fosse un fumetto rivolto a tutti allo scopo di trattare questo tema delicato in modo chiaro ed empatico».  Anna, la protagonista, ha 12 anni e sa di trovarsi in un corpo che non sente suo. Nel racconto c’è l'evolversi della situazione:  la famiglia molto cattolica alle prese con la rivelazione, il percorso che Anna deve affrontare. «La faccio parlare in prima persona - prosegue l’autore - sviscerando i suoi pensieri, la difficoltà dei genitori e i conflitti con la religione che non sempre ha parole di comprensione o di apertura verso queste tematiche».

Il fumetto ha vinto il premio “Book for peace”, un riconoscimento conferito ogni anno alle persone che si prodigano con umiltà e perseveranza per la Pace nei Popoli. Si può acquistare il volume attraverso la pagina Facebook del fumetto “Chiamatemi Emanuele” oppure eseguendo la stessa operazione su Instagram.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.