Giovedì 19 Settembre 2019

L'Accademia Urbense premierà Tata di Ovada

Domenica prossima, presso il convento dei Cappuccini di via Cairoli, un incontro per delineare la figura del clown che lavorò con Tom Jones e Gilbert Becaud

L'Accademia Urbense premierà Tata di Ovada
 OVADA - Una passione per il mondo dello spettacolo che un giorno, di punto in bianco, l'ha portato a decidere di lasciare il suo lavoro per diventare un clown. «Un giorno mi trovai in un giardino con un gruppo di bambini tristi e annoiati. Improvvisai uno spettacolo e per un'ora risero a crepapelle». Non è mai venuto meno il legame tra la nostra città e Giovanni Taffone, tanto che l'artista ha deciso di chiamarsi Tata di Ovada in ossequio al luogo che gli ha dato i natali. Tata tornerà a Ovada il prossimo 19 maggio per il pomeriggio organizzato dall'Accademia Urbense. “Tata di Ovada sull'onda del mito e il ritorno alla sua città Natale”, il titolo dell'iniziativa che si terrà presso il convento dei Cappuccini di via Cairoli. Nell'occasione sarà ripercorsa una carriera che ha raggiunto il traguardo dei cinquant'anni ed é ricca di avvenimenti importanti. «I suoi numeri – raccontano dall'Accademia Urbense – sono stati presentati nelle principali città europee, da Parigi e Barcellona, da Berlino ad Amsterdam. Nel curriculum artistico ci sono collaborazioni con personaggi del calibro di Tom Jones, Gilbert Becaud, Rolling Stones, Dalida e Josephin Baker”. Il suo intrattenimento leggero, ricco di gag e situazioni curiose tipiche dei pagliacci sembra fatto apposta per ammagliare i bambini di oggi così come è sempre successo. In pochi anni, dopo la decisione di cambiare vita, Tata è stato in grado di apprendere l'arte circense e diventare artista poliedrico, in grado di esibirsi come giocoliere, imitatore, funambolo, equilibrista, contorsionista, animatore, presentatore, illusionista, parodista e mimo.Il format del pomeriggio sarà quello già sperimentato qualche settimana fa con l'incontro con Raffaella Romagnolo in cui momenti specifici sull'artista invitato si fondono alla descrizione e il ricordo del contesto ovadese degli anni passati. Nell'occasione Tata riceverà il premio Ignazio Buffa per lo spettacolo e il teatro, un riconoscimento ad una vita spesa per fare contenti i più piccini.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Cremolino

Chef Juri Risso torna a "La prova del cuoco"

10 Settembre 2019 ore 05:37
Ovada

Borgo: torna il Mercatino di Forte dei Marmi

12 Settembre 2019 ore 03:00
Predosa

Tir a fuoco
nella notte  
sull'A26

18 Settembre 2019 ore 07:50
.