Giovedì 19 Settembre 2019

Consorzio Servizi Sociali: approvato il bilancio

L'altra sera l'assemblea dei sindaci ha approvato l'ultimo bilancio dell'era Emilio Delucchi, il creatore e direttore dell'ente di assistenza negli ultimi vent'anni che sta per andare in pensione

Consorzio Servizi Sociali: approvato il bilancio
OVADA - Poco più di 3.100 interventi di servizio sociale professionale.  Di questi 578 sono stati rivolti ai minori, 599 a favore di anziani non autosufficienti, 301 a favore di adulti disabili. La fetta più grossa, poco più di 1.300, rivolti a cittadini in età adulta che vivono problemi di diversi tipo. Uno spaccato del disagio vissuto sul territorio dell'Ovadese arriva dal rendiconto dell'attività del Consorzio Servizi Sociali. L'altra sera l'assemblea dei sindaci ha approvato l'ultimo bilancio dell'era Emilio Delucchi, il creatore e direttore dell'ente di assistenza negli ultimi vent'anni che sta per andare in pensione. La seduta è stata anche l'occasione  per rimarcare il lavoro svolto in  questi anni. «I riconoscimenti a livello regionale e statale dimostrano il valore delle persone che ogni giorno sono state e sono impegnate  nella grande "partita" dell'Assistenza sociale e dei Servizi - spiega Ivana Maggiolino, negli ultimi cinque anni presidente dell'Assemblea - A fronte di un "piccolo investimento" da parte dei Comuni  il risultato è stato sicuramente raddoppiato; le persone, grandi e piccoli, anziani e bambini, hanno potuto usufruire di tutto l'aiuto e il sostegno possibile per ritrovare la dignità e il rispetto di cui ogni essere umano ha diritto».

«Molti utenti in carico – aggiunge lo stesso Delucchi – nel corso dell'anno usufruiscono di diverse tipologie di intervento. Sul territorio sono le famiglie numerose quelle che presentano maggiori difficoltà in uno scenario in cui le condizioni economiche hanno reso tutto più incerto rispetto al passato». Tra i problemi principali quello della casa. Ad inizio 2019 erano 129  i nuclei famigliari che nell’Ovadese vivono situazioni di forte difficoltà dal punto di vista dell’abitazione. Numeri che non rappresentano un’assoluta novità sul nostro territorio ma che inquadrano in maniera puntuale un’emergenza che nell’ultimo anno si è fatta anche più grave e comunque significativa in un territorio che non raggiunge 30 mila abitanti. «In zona – spiega il direttore del Consorzio, Emilio Delucchi - nessuno è finito per strada, siamo sempre riusciti a garantire a tutti una sistemazione. Utilizziamo appartamenti dei quali ci accolliamo l’affitto oppure troviamo soluzioni alternative o in comunità come il Rifugio di piazza San Domenico, che al momento ha una dozzina di ospiti». Per gli aiuti relativi al pagamento degli affitti  delle spese di condominio, nel 2018 sono stati utilizzati circa 38 mila euro. Di servizi sociali si è parlato anche nell'ultimo consiglio comunale. «Di tutte le voci del bilancio – ha precisato il vice sindaco Giacomo Pastorino – quella sulla quale non abbiamo mai avuto dubbi è proprio la spesa sociale».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Cremolino

Chef Juri Risso torna a "La prova del cuoco"

10 Settembre 2019 ore 05:37
Ovada

Borgo: torna il Mercatino di Forte dei Marmi

12 Settembre 2019 ore 03:00
Predosa

Tir a fuoco
nella notte  
sull'A26

18 Settembre 2019 ore 07:50
.