Domenica 21 Luglio 2019

"Una nuova stazione per una città accogliente"

Operativi da ieri gli ascensori, i lavori proseguiranno con l'installazione del sistema per le informazioni. Mari (Rfi). "Una stazione più fruibile è un incentivo ad utilizzare il treno"

"Una nuova stazione per una città accogliente"
 OVADA - L’elemento di continuità è assicurato dal caseggiato che ha riacquistato il suo aspetto originario. Gli ascensori che abbattono le barriere architettoniche, con impianto di video sorveglianza, la nuova illuminazione a led la pavimentazione e il rivestimento del sottopasso di trasferimento tra i binari 1, 3 e 4 sono gli elementi aggiunti con il restyling della stazione centrale inaugurata nella mattinata di ieri. “Questa – ha spiegato il Direttore Territoriale della Produzione, Daniele Mari – è la prima stazione completata sulla tratta. L’intervento che ha interessato la totalità degli ambienti aveva l’obiettivo di renderla più fruibile non solo a chi ha problemi di mobilità ma anche a tutta l’utenza in genere. Non tutto è terminato, entro l’anno sarà completato l’impianto di informazione, in fase di progettazione, sia nel locale principale che nel sottopasso”. La spesa complessiva dichiarata si aggira suo 4.5 milioni di euro. Ovada è stata inserita nel piano che include altre 620 stazione sparse in tutto il Paese in ragione dei volumi di affluenza, una media di 420 mila persone ogni anno. “Apprezziamo – ha commentato il sindaco Paolo Lantero – la funzionalità e l’aspetto molto gradevole che crediamo sia ideale per una città che vuole essere accogliente. Ora ci attendiamo che il piano di investimenti non si fermi e una soluzione per l’annoso problema della frana di Mele”. Da parte del comune di Ovada è allo studio l’installazione di un sistema di videosorveglianza complessivo dell’area. “Così come – ha proseguito Lantero – l’abbiamo fatto per gli ingressi principali della città, procederemo per una questione di sicurezza e decoro dell’area”. Sembra che ci sia uno spiraglio anche per il bar, chiuso da tempo. “L’iter giudiziario con la precedente gestione – ha chiarito Mari – si è concluso. La speranza è quella di rientrare al più presto nella piena disponibilità dei locali e avviare una gara per un nuovo gestore. I tempi non saranno brevi, difficile che una svolta arrivi prima del 2020.

 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Ovada

Guido: un simbolo di Ovada se ne va

10 Luglio 2019 ore 08:57
Ovada

Bloccano la Acqui - Genova: tre denunciati

16 Luglio 2019 ore 14:18
.