Giovedì 17 Ottobre 2019

Tre artisti docg sul palco del Geirino: ''Bella occasione per il territorio''

C'è grande attesa per “Ovada, artisti docg”, la prima edizione della rassegna ideata e coordinata da Servizi Sportivi che nei prossimi mesi porterà al palazzetto del Geirino tre spettacoli di Gene Gnocchi, Mogol e Antonio Ornano.

Tre artisti docg sul palco del Geirino: ''Bella occasione per il territorio''

OVADA - Non sarà solo un momento di intrattenimento e spettacolo ma deve diventare un’ulteriore occasione per il territorio di promuoversi, raccontarsi e mettersi in mostra. E’ nata così la collaborazione dietro a “Ovada, artisti docg”, la prima edizione della rassegna ideata e coordinata da Servizi Sportivi che nei prossimi mesi porterà al palazzetto del Geirino tre spettacoli di Gene Gnocchi, Mogol e Antonio Ornano. E per concretizzare al meglio questo obiettivo al lavoro si sono messi non solo gli organizzatori ma anche l’Enoteca Regionale di Ovada e i vertici del consorzio dell’Ovada docg. Il simbolo della collaborazione è la bottiglia di Ovada, con il logo dell’Enoteca che è stata presentata la scorsa settimana e diventerà il gadget da regalare agli artisti nella nostra città.

“L’idea della rassegna – racconta Igor Gallimberti, membro del comitato organizzatore – è nata dopo l’esperienza fatta con la Pro Loco di Costa e Leonessa. Il filone che abbiamo chiamato “Ovada che ride” ha riscosso grande successo allo Splendor con comici come Enzo Paci, Maurizio Lastrico, Leonardo Manera, Claudio Lauretta. Per questo abbiamo pensato si potesse riproporre una cosa del genere in uno spazio più ampio con un pubblico più numeroso”. Fra i tre l’appuntamento più stuzzicante è forse quello con Mogol, il grande paroliere e coautore delle più popolari canzoni di Lucio Battisti che al Geirino racconterà la sua vita, il suo binomio artistico e il legame con l’Ovadese e Silvano in particolare. “Siamo contenti – ha affermato Mario Salis, membro del cda di Servizi Sportivi – di questa collaborazione. Questa serie di spettacoli nasce anche dalla considerazione che gli impianti sportivi possono essere aperti a manifestazione di tipo diverso. Questa flessibilità ci porterà a organizzare nuovi appuntamenti all’aperto presso la piscina e durante i campi estivi”. Come detto, uno dei simboli della manifestazione sarà la bottiglia creata per l’occasione. “Il richiamo ad un nostro prodotto – aggiungo Mario Arosio e Italo Danielli, rispettivamente presidenti dell’Enoteca Regionale e del Consorzio Dell’Ovada – non può che renderci orgogliosi e siamo convinti della scelta vincente”.

 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Ovada

Maltempo: disagi
e problemi nell'Ovadese

15 Ottobre 2019 ore 13:56
Spinetta Marengo

Piove e iniziano
i guai. Fuori il Rio Lovassina

15 Ottobre 2019 ore 12:40
.