Sabato 11 Luglio 2020

Campo Ligure

Ordigno sullo Stura: le modalità di intervento

L'area interessata dall'evacuazione della popolazione si riduce a 660 metri di raggio 

Ritrovato un ordigno in prossimità della linea ferroviaria

L'ordigno ritrovato

CAMPO LIGURE - Manca ancora la conferma ufficiale. Ma con ogni probabilità è il 5 luglio il giorno per l'eliminazione dell'ordigno affiorato sul greto dello Stura, nel territorio di Campo Ligure, a breve distanza dalla stazione ferroviaria. L'ultima riunione del Centro Operativo Misto attivato nel comune della Valle Stura è in parte mitigato le condizioni iniziali dell'operazione. L'area prevista di evacuazione si è ristretta da 1.820 a 660 metri. Indicativamente dovrebbero essere 1.500 i cittadini interessati dall'evacuazione, la metà di quanto ipotizzato in un primo momento. Sarà l'esercito a realizzare una struttura di protezione attorno all'area interessata con la creazione di una pista carrabile per aggiungere l'alveo e la deviazione del corso d'acqua per consentire le operazioni di cantiere. La zona rossa è quella in cui è prevista l'evacuazione. Tutt'attorno, una zona gialla, raggio compreso tra 660 e 1.820 metri dove non è richiesto lo sgombero delle persone che però dovranno rimanere chiuse in casa.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Novi Ligure

Muore mentre fa
colazione al bar

02 Luglio 2020 ore 11:20
Serravalle Scrivia

Violenza
e sequestro di persona, arrestato 45enne

04 Luglio 2020 ore 09:15
La foto

Dorme, con la gamba ingessata,
sulla panchina

08 Luglio 2020 ore 16:22
.