Giovedì 09 Luglio 2020

Ovada

"Texas", quindici anni dopo Paravidino si racconta

Il regista e protagonista della pellicola di Fandango spiega perchè oggi non sarebbe più possibile girare quel film

"Texas", quindici anni dopo Paravidino si racconta

La scena di Texas, emblematica per tutti gli ovadesi

OVADA - «Se dovessimo girare il film adesso, noi saremmo Alessandro e la maestra Maria». Sono passati quindici anni dall'uscita di "Texas" nelle sale cinematografiche. A portare l'Ovadese sul grande schermo un Fausto Paravidino pressoché trentenne che volle raccontare una storia “fuori dal tempo” ma molto radicata alla zona in cui è cresciuto e ha mosso i primi passi. Paravidino ripercorre le fasi di lavorazione e spiega il perchè delle scelte stilistiche adottate. L'attore e regista racconta anche la sua attualità con i teatri chiusi e la recitazione al tempo del contagio. «Se io vado a teatro sapendo che non potrà esserci un bacio o un pugno, non mi diverto perchè è un teatro noioso».

L'articolo completo su “l'ovadese” in edicola da giovedì 28 maggio

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Novi Ligure

Muore mentre fa
colazione al bar

02 Luglio 2020 ore 11:20
Serravalle Scrivia

Violenza
e sequestro di persona, arrestato 45enne

04 Luglio 2020 ore 09:15
Lutto

Addio
al medico Giorgio Montanaro

01 Luglio 2020 ore 14:47
.