Lunedì 18 Novembre 2019

Molare

Una giornata al fiume, poi la tragedia

Carabinieri al lavoro per chiarire la dinamica dell'incidente che è costato la vita al giovane Mohamed Bammou

Orba Molare morte Bammou

I Carabinieri raggiungono il luogo della tragedia

MOLARE - Il decesso è stato constatato alle 16.45. Una tragedia che si è materializzata in pochi minuti quella che si è portata via la vita di Mohamed Bammou, 24 anni. Il giovane aveva scelto la spiaggia del "secondo lago" sull’Orba di Molare per una giornata al fiume con la famiglia. Erano arrivati in auto, da Oviglio, nella tarda mattinata e si erano sistemati in un tratto del torrente con l’acqua un po’ più profonda. A raccontare i dettagli è stato il cugino Omar che ha inutilmente lottato per scongiurare quanto stava accadendo e che ha ricostruito gli eventi per i carabinieri. “Una delle sorelle è caduta in acqua, Mohamed voleva aiutarla ma si è ritrovato in acqua a sua volta. Mi sono tuffato ma non c’è stato nulla da fare”. I protagonisti non sapevano nuotare. Qualche bagnante, accortosi del trambusto ha provato a intervenire senza poter fare nulla. Sul posto sono arrivati i Carabinieri di Rivalta, poi avvicendati da quelli di Ovada, i Vigili del Fuoco e il soccorso del 118. Il gruppetto era formato da il fratello e le due sorelle di Mohamed, due nipotini, il cognato. Bammou era arrivato in Italia dal Marocco nel 2006. Si era stabilito a Oviglio dove lavorava come camionista. 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Tempo reale

"Vincenti ha confessato". Parole poi confermate al Gip

09 Novembre 2019 ore 09:29
Tempo reale

Tragedia di Quargnento:
la svolta, nella notte il fermo

08 Novembre 2019 ore 22:29
Masio

Schianto fatale
dopo la curva, muore 23enne

10 Novembre 2019 ore 13:55
.