Domenica 18 Agosto 2019

bosio

A Capanne la fiera del bestiame per la prima volta è plastic free

MANIFESTAZIONE RIMANDATA A DOMENICA 4 AGOSTO Si rinnova a Capanne di Marcarolo l'appuntamento con la fiera delle antiche razze locali: per la prima volta sarà senza plastica

A Capanne la fiera del bestiame per la prima volta è plastic free

foto di Roberto Sciutto

MANIFESTAZIONE RIMANDATA A DOMENICA 4 AGOSTO

CAPANNE DI MARCAROLO — Le sue origini sono lontanissime e si perdono nell’epoca in cui le cascine del territorio di Marcarolo erano tutte abitate e nelle stalle non mancavano pecore, capre, ma soprattutto buoi e vacche che fornivano latte, carne e forza lavoro. Allora si chiamava fiera di Sant’Isidoro e rappresentava l’evento più importante per questo lembo di Appennino. Oggi la “Fiera del bestiame delle antiche razze locali” è tornata a essere un appuntamento imperdibile per le Capanne di Marcarolo, anche grazie al riconoscimento, ottenuto nel 2009, di fiera regionale specializzata. Domenica 28 luglio non si festeggerà solo il raggiungimento della “maggiore età” (la fiera è arrivata alla 18esima edizione) ma anche un rinnovato spirito ambientale.

Con questa edizione infatti partirà la raccolta differenziata dei rifiuti nell’ambito della manifestazione, grazie alla collaborazione della ditta Econet di Ovada, e l’indicazione per i punti di ristoro di non utilizzare materiali mono uso in plastica ma fornire agli avventori materiale biodegradabile, comprese le bottiglie per l’acqua. Questo per andare incontro alle direttive dell’Unione Europea, che entro il 2021 intende bandire il consumo di oggetti in plastica monouso, in particolare piatti, bicchieri e posate usa e getta.

Una seconda novità riguarda il concerto della Banda Brisca, gruppo storico che propone musica della tradizione popolare. Ad accompagnare la band ci sarà il gruppo di ballo dell’associazione Danza e Musica BandaBrisca, che coinvolgerà i partecipanti insegnando i passi dei balli tradizionali proposti.

Il programma di massima di domenica 28 luglio prevede alle 9.00 l’inizio della fiera con esposizione di bovini, ovi-caprini, equini, suini, avicoli e cunicoli con particolare attenzione alle razze tipiche dell’Appennino ligure-piemontese. Alle 14.30 è in programma la messa nella chiesa di Capanne e a seguire la premiazione dei migliori soggetti delle razze di bestiame in esposizione. Alle 17.00 è previsto il concerto della Banda Brisca. Nel corso della giornata ci saranno inoltre la sfilata dei “Carrettieri dell’Appennino” con buoi, muli, cavalli e asini e la dimostrazione di funzionamento degli antichi macchinari agricoli del “Gruppo trattori d’epoca delle Dolci Terre”.

La fiera è organizzata dall’ente Aree protette dell’Appennino Piemontese in qualità di gestore dell’Ecomuseo di Cascina Moglioni, in collaborazione con la Regione Piemonte, i Comuni e le Unioni Montane locali.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Ovada

Diga di Molare:
una ferita per tutto l'Ovadese

13 Agosto 2019 ore 09:37
.